CRONO SAS ESTIVI STEFANO & C. P.IVA 01854720503
Pisa
Pisa
Lungarno Mediceo, 41 - 56127, Pisa (PI)
050/9913120
pisa@gabetti.it
Condividi su
Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti), anche di profilazione, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se prosegui cliccando sul bottone "Continua" acconsenti all’uso dei cookie.
Se cambierai idea potrai modificare le tue preferenze tramite il link denominato “Cookie” in calce alle pagine del sito.
Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti), anche di profilazione, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando sul bottone "Salva" accetterai la configurazione che hai impostato.
Se cambierai idea potrai modificare le tue preferenze tramite il link denominato “Cookie” in calce alle pagine del sito.
Continua
Informativa Cookie
Con il presente documento, la scrivente Gabetti Property Solutions Agency S.p.A., via B. Quaranta 40, Milano, tel 0277551, e-mail: privacy@gabetti.it ("Titolare"), fornisce in conformità agli artt. 13 e 122 del D. Lgs. 196/2003 ("Codice Privacy"), nonché al Provvedimento generale del Garante privacy dell'8 maggio 2014, alcune informazioni relative ai cookie utilizzati nel presente sito web.

Cosa sono i cookie
Un "cookie" è un piccolo file di testo creato, sul computer dell'utente, al momento in cui questo accede ad un determinato sito, con lo scopo di immagazzinare e trasportare informazioni. I cookie sono inviati dal sito web visitato dall'utente al suo terminale ove sono memorizzati dal browser dell'utente (Firefox, Google Chrome, Internet Explorer, Mozilla ecc.) per essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. Ogni volta che l'utente torna a visitare il sito Web, il browser rinvia questi cookie al sito stesso in modo da permettere ai gestori di offrire all'utente un'esperienza personalizzata, che rifletta i suoi interessi e le sue preferenze e faciliti l'accesso ai servizi in esso contenuti.
I cookie possono essere permanenti ("Cookie Persistenti") se rimangono sul computer finché l'utente non li elimina, oppure temporanei ("Cookie di Sessione") se sono disattivati alla chiusura del browser. I cookie possono anche essere cookie di prime parti ("Cookie del Titolare") se impostati dal gestore del sito visitato, oppure cookie di terze parti se impostati da gestori di siti o di web server diversi da quello visitato con finalità e secondo le modalità da questi definiti ("Cookie di Terze Parti").

Tipologie di cookie

I cookie tecnici
Questi cookie vengono utilizzati per migliorare l'esperienza di navigazione. Nello specifico servono a modificare il contrasto e la dimensione dei caratteri a schermo.

I cookie analytics
I cookie funzionali raccolgono informazioni sull'utilizzo di un sito da parte degli utenti, come ad esempio quali sono le pagine visitate con maggiore frequenza. Questi cookie non memorizzano dati identificativi dei singoli visitatori, ma solo dati aggregati e in forma anonima In sostanza, questi cookie raccolgono informazioni anonime sulle pagine visitate e i messaggi pubblicitari visualizzati.

Cookie pubblicitari
Questi cookie sono impiegati per personalizzare le visualizzazioni di un annuncio pubblicitario da parte dell'utente e per monitorare la distribuzione delle campagne pubblicitarie. In pratica, si tratta di cookie legati ai servizi pubblicitari forniti da terzi sui vari siti, come ad esempio inserzionisti e loro agenti.
I cookie pubblicitari sono Cookie di Terze Parti e possono essere Cookie Persistenti o Cookie di Sessione.

Questi cookie possono essere Cookie Persistenti o Cookie di Sessione, del Titolare o di Terze Parti.

Cookie di funzionalità
Questi cookie consentono al sito di ricordare le scelte dei visitatori (ad esempio il nome utente, la lingua o il Paese di accesso) e fornire funzionalità più personalizzate. I cookie di funzionalità possono servire anche per fornire servizi richiesti dall'utente, come l'accesso a un video oppure l'inserimento di un commento su un blog. Le informazioni utilizzate da questi cookie sono in forma anonima e non è possibile tracciare la navigazione degli utenti su altri siti. In sostanza, questi cookie ricordano le scelte individuali fatte dagli utenti per migliorare la loro esperienza di navigazione.
Questi cookie possono essere Cookie Persistenti o Cookie di Sessione, del Titolare o di Terze Parti.

Cookie utilizzati dal Titolare e finalità.

Cookie tecnici
Utilizziamo questa tipologia di cookie per gestire l'invio di richiesta di contatto dal modulo apposito.
Per questi cookies non è richiesto alcun consenso da parte dell'interessato
Modalità del trattamento
Il trattamento dei dati viene effettuato con strumenti automatizzati dal Titolare. Non viene effettuata alcuna diffusione o comunicazione.
Disabilitazione dei cookie
Fermo restando quanto sopra indicato in ordine ai cookie strettamente necessari alla navigazione, l’utente può eliminare gli altri cookie attraverso la funzionalità a tal fine messa a disposizione dal Titolare tramite la presente informativa oppure direttamente tramite il proprio browser.
Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. L’utente può ottenere istruzioni specifiche attraverso i link sottostanti.
Microsoft Windows Explorer
Google Chrome
Mozilla Firefox
Apple Safari
La disattivazione dei cookie di terze parti è inoltre possibile attraverso le modalità rese disponibili direttamente dalla società terza titolare per detto trattamento, come indicato ai link riportati nel paragrafo “cookie di terze parti”
Se il browser uilizzato non è tra quelli proposti, selezionare la funzione "Aiuto" sul proprio browser web per informazioni su come procedere.
Attenzione: alcune sezioni dei nostri siti sono accessibili solo abilitando i cookie; disattivandoli è possibile che l'utente non abbia più accesso ad alcuni contenuti e non possa apprezzare appieno le funzionalità dei nostri siti web.

Diritti dell’interessato
Art. 7 D. Lgs. 196/2003
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.





Cookies tecnici
Utilizziamo questa tipologia di cookie per gestire la fase di registrazione e accesso da parte degli utenti. Senza questi cookie l'utente non potrebbe accedere ai servizi e il sito web non potrebbe funzionare correttamente. Per questi cookies non è richiesto alcun consenso da parte dell’interessato
Questi cookie sono fondamentali per consentire all'utente di spostarsi nel sito e utilizzare i servizi richiesti, sono cookie del Titolare e possono essere Cookie Persistenti o Cookie di Sessione.




Categoria Nome Terze parti Descrizione
Performance __utma Google Analytics La libreria javascript Google Universal Analytics utilizza i cookie per distinguere in maniera anonima gli utenti unici e per gestire le frequenza delle richieste verso il server. Per l´opt-out clicca qui.
__utmb
__utmc
__utmt
__utmz

27/03/2015

SPECIALE NR 35 /2014 SBLOCCA ITALIA -PARTE QUINTA –SESTA

SPECIALE NR 35 /2014

SBLOCCA ITALIA

-PARTE QUINTA –SESTA

DL 12.9.2014 n. 133 convertito nella legge 11/11/2014 n. 164 pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 262 dell’11/11/2014

Sul Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 262 dell'11 novembre 2014 è stata pubblicata la Legge 164/2014 di conversione del D.L. 133/2014 denominato “Sblocca Italia “ ( allegati: legge di conversione e Decreto Legge).

Il provvedimento è entrato in vigore il 12 novembre

Stante le numerose novità esse verranno suddivise come di seguito:

Parte Prima (art 21 )
Aggiornamento inviato Investimenti in abitazioni da concedere in locazione
in data 21 c.m Deduzione del 20% del prezzo di acquisto o
delle spese di costruzione

Parte Seconda ( art 18)
Aggiornamento inviato Grandi locazioni di immobili ad uso non abitativo:
in data 24 novembre u.s. liberi da vincoli di durata rinnovo e recesso


Parte terza (art 19)
Aggiornamento inviato Accordo di riduzione del canone di locazione:
in data 25 novembre u.s. esenzione da imposte di registro e di bollo


Parte quarta ( art 23)
Aggiornamento inviato Rent to buy: un nuovo contratto
il 4 c.m.


Parte quinta ( art 17) Semplificazione in edilizia


Parte sesta ( art 17 bis) Regolamento Unico edilizio


Parte settima Varie


PARTE QUINTA – SESTA

Semplificazioni in edilizia e Regolamento Unico Edilizio

Nel testo di legge in rassegna vi sono le nuove disposizioni in materia di edilizia con la modifica di alcuni degli articoli del TESTO UNICO DELL’EDILIZIA ( DPR 380/2001) e dell’articolo 28 della Legge Nazionale dell’Urbanistica (LUN) n. 1150 del 17/08/1942.

Di seguito quelle più significative :

1)UNA NUOVA DEFINIZIONE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Il TU dell’edilizia all’articolo 3 definisce gli INTERVENTI EDILIZI, distinguendoli in

a) INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA

b) INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

c) INTERVENTI DI RESTAURO E DI RISANAMENTO CONSERVATIVO

d) INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA

e) INTERVENTI DI NUOVA COSTRUZIONE

f) INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE URBANISTICA

Tra tali interventi di MANUTENZIONE STRAORDINARIA sono ora anche compresi i frazionamenti ed accorpamenti delle unità immobiliari.

Le limitazioni relative al mantenimento dei volumi e delle superfici delle singole unità immobiliari, imposte precedentemente alla manutenzione straordinaria (che riguarda opere e modifiche necessarie alla rinnovazione e sostituzione di parti anche strutturali degli edifici, nonché alla realizzazione ed integrazione di servizi igienico-sanitari e tecnologici) riguardano ora SOLO la volumetria complessiva dell’edificio, che deve rimanere la stessa.

2)INTRODUZIONE DEGLI «INTERVENTI DI CONSERVAZIONE»

Al TU dell’edilizia , dopo l’articolo 3 che definisce gli INTERVENTI EDILIZI, viene introdotto un nuovo articolo che definisce una nuova fattispecie di intervento definito di «conservazione»

L’art. 3 bis del T.U. dell’Edilizia stabilisce che gli strumenti urbanistici individuino gli edifici esistenti non più compatibili con gli indirizzi della pianificazione.

L’amministrazione può favorire, nel pubblico interesse e in alternativa all’espropriazione, la riqualificazione delle aree attraverso forme di compensazione incidenti sull’area interessata e senza aumento della superfice coperta.

Nelle more dell’applicazione, il proprietario non può demolire e ricostruire i manufatti esistenti ad esclusione di improrogabili ragioni statiche o igienico sanitarie

3) I REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI

l TU dell’edilizia all’articolo 4 definisce quali siano i contenuti dei REGOLAMENENTI EDILIZI COMUNALI.

L’art. 4 del T.U. dell’Edilizia, in questa nuova formulazione, prevede la conclusione, in sede di Conferenza Unificata, di accordi o intese per l’adozione di uno schema di regolamento edilizio-tipo.

Tali accordi costituiscono livello essenziale delle prestazioni, ai sensi dell’art. 117 della Costituzione, concernenti la tutela della concorrenza, i diritti sociali e civili.

Il regolamento deve indicare le esigenze prestazionali degli edifici, con particolare riguardo alla sicurezza e al risparmio energetico.

4)ATTIVITA’ EDILIZIA LIBERA

Il TU dell’edilizia all’articolo 6 detta disposizioni per l’attività edilizia “libera” distinguendo interventi attuabili senza alcun titolo abilitativo e quelli attuabili previa comunicazione - anche per via telematica - dell’inizio dei lavori (CIL).

L’art. 6, comma 2, lett. a) del T.U., come modificato, ammette l’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria – che non interessino parti strutturali dell’edificio o anche comportanti l’aumento del numero dell’unità immobiliari e l’incremento dei parametri urbanistici – con una semplice comunicazione di inizio lavori, asseverata da un tecnico abilitato.
L’esecuzione degli interventi in mancanza di comunicazione (asseverata ove necessario) comporta l’applicazione di una sanzione pecuniaria fino a Euro 1.000,00.
La comunicazione di inizio lavori sarà valida anche ai fini dell’aggiornamento catastale e verrà automaticamente trasmessa dal Comune all’Agenzia delle Entrate, a condizione che venga integrata con comunicazione di fine lavori.

5)ATTIVITA’ EDILIZIA SUBORDINATA A PERMESSO DI COSTRUIRIE

Il TU dell’edilizia all’articolo 10 elenca gli interventi edilizi subordinati al rilascio del Permesso di Costruire:

1) INTERVENTI DI NUOVA COSTRUZIONE

2) INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE URBANISTICA

3) INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA

Il legislatore prevede che siano soggetti al rilascio del permesso di costruire, gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo, in tutto o in parte, diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici e dei prospetti (restano comunque invariate le precedenti previsioni relative a immobili compresi in zona A e sottoposti a vincoli ai sensi del Codice dei Beni Culturali).

6)PERMESSO DI COSTRUIRE IN DEROGA AGLI STRUMENTI URBANISTICI

l TU dell’edilizia all’articolo 14 definisce i casi di utilizzo del permesso di costruire in deroga.

Il permesso di costruire in deroga agli strumenti urbanistici può essere rilasciato per:

1) EDIFICI ED IMPIANTI PUBBLICI O DI INTERESSE PUBBLICO PREVIA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE

2) LA DEROGA PUO’ RIGUARDARE ESCLUSIVAMENTE I LIMITI DI DENSITA’ EDILIZIA DI ALTEZZA DEI FABBRICATI E DI DISTANZA DEI FABBRICATI FERMO RESTANDO IN OGNI CASO LE DISPOSIZIONI DEL DM 1444/1968.

Vengono ampliate le ipotesi di rilascio del permesso di costruire in deroga agli strumenti urbanistici, introducendo all’art. 14 T.U. , la possibilità che lo stesso riguardi anche la deroga alle destinazioni d’uso, limitatamente agli interventi di ristrutturazione edilizia ed urbanistica (anche in aree industriali dismesse), previa deliberazione del consiglio comunale che ne attesti l’interesse pubblico

7)EFFICACIA TEMPORALE DEL PERMESSO DI COSTRUIRE E DECADENZA

l TU dell’edilizia all’articolo 16 definisce la durata temporale del permesso di costruire e la decadenza del titolo.

Nello specifico vengono definiti:

1) I TERMINI PER L’INIZIO DEI LAVORI DAL RILASCIO DEL TITOLO

2) I TERMINI ENTRO I QUALI L’OPERA DEVE ESSERE ULTIMATA

3) I CASI DI PROROGA

4) I CASI DI DECADENZA.

Il Decreto ha disposto un ampliamento delle fattispecie per le quali è possibile conseguire la proroga per l’inizio e l’ultimazione dei lavori, consentendola ora anche in caso di fatti sopravvenuti estranei alla volontà del titolare del permesso, difficoltà tecnico-esecutive emerse successivamente all’inizio dei lavori che non possano avere inizio o essere conclusi per iniziative della pubblica amministrazione o dell’autorità giudiziaria, rivelatesi poi infondate.

8)IL CONTRIBUTO PER

Pisa

CRONO SAS ESTIVI STEFANO & C.

Lungarno Mediceo, 41 - 56127, Pisa (PI)

 

Tel 050/9913120

 

pisa@gabetti.it