CRONO SAS ESTIVI STEFANO & C. P.IVA 01854720503
Pisa
Pisa
Lungarno Mediceo, 41 - 56127, Pisa (PI)
050/9913120
pisa@gabetti.it
Condividi su
Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti), anche di profilazione, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se prosegui cliccando sul bottone "Continua" acconsenti all’uso dei cookie.
Se cambierai idea potrai modificare le tue preferenze tramite il link denominato “Cookie” in calce alle pagine del sito.
Questo sito non utilizza cookie propri di profilazione ma utilizza cookie di terze parti (altri siti), anche di profilazione, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Cliccando sul bottone "Salva" accetterai la configurazione che hai impostato.
Se cambierai idea potrai modificare le tue preferenze tramite il link denominato “Cookie” in calce alle pagine del sito.
Continua
Informativa Cookie
Con il presente documento, la scrivente Gabetti Property Solutions Agency S.p.A., via B. Quaranta 40, Milano, tel 0277551, e-mail: privacy@gabetti.it ("Titolare"), fornisce in conformità agli artt. 13 e 122 del D. Lgs. 196/2003 ("Codice Privacy"), nonché al Provvedimento generale del Garante privacy dell'8 maggio 2014, alcune informazioni relative ai cookie utilizzati nel presente sito web.

Cosa sono i cookie
Un "cookie" è un piccolo file di testo creato, sul computer dell'utente, al momento in cui questo accede ad un determinato sito, con lo scopo di immagazzinare e trasportare informazioni. I cookie sono inviati dal sito web visitato dall'utente al suo terminale ove sono memorizzati dal browser dell'utente (Firefox, Google Chrome, Internet Explorer, Mozilla ecc.) per essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. Ogni volta che l'utente torna a visitare il sito Web, il browser rinvia questi cookie al sito stesso in modo da permettere ai gestori di offrire all'utente un'esperienza personalizzata, che rifletta i suoi interessi e le sue preferenze e faciliti l'accesso ai servizi in esso contenuti.
I cookie possono essere permanenti ("Cookie Persistenti") se rimangono sul computer finché l'utente non li elimina, oppure temporanei ("Cookie di Sessione") se sono disattivati alla chiusura del browser. I cookie possono anche essere cookie di prime parti ("Cookie del Titolare") se impostati dal gestore del sito visitato, oppure cookie di terze parti se impostati da gestori di siti o di web server diversi da quello visitato con finalità e secondo le modalità da questi definiti ("Cookie di Terze Parti").

Tipologie di cookie

I cookie tecnici
Questi cookie vengono utilizzati per migliorare l'esperienza di navigazione. Nello specifico servono a modificare il contrasto e la dimensione dei caratteri a schermo.

I cookie analytics
I cookie funzionali raccolgono informazioni sull'utilizzo di un sito da parte degli utenti, come ad esempio quali sono le pagine visitate con maggiore frequenza. Questi cookie non memorizzano dati identificativi dei singoli visitatori, ma solo dati aggregati e in forma anonima In sostanza, questi cookie raccolgono informazioni anonime sulle pagine visitate e i messaggi pubblicitari visualizzati.

Cookie pubblicitari
Questi cookie sono impiegati per personalizzare le visualizzazioni di un annuncio pubblicitario da parte dell'utente e per monitorare la distribuzione delle campagne pubblicitarie. In pratica, si tratta di cookie legati ai servizi pubblicitari forniti da terzi sui vari siti, come ad esempio inserzionisti e loro agenti.
I cookie pubblicitari sono Cookie di Terze Parti e possono essere Cookie Persistenti o Cookie di Sessione.

Questi cookie possono essere Cookie Persistenti o Cookie di Sessione, del Titolare o di Terze Parti.

Cookie di funzionalità
Questi cookie consentono al sito di ricordare le scelte dei visitatori (ad esempio il nome utente, la lingua o il Paese di accesso) e fornire funzionalità più personalizzate. I cookie di funzionalità possono servire anche per fornire servizi richiesti dall'utente, come l'accesso a un video oppure l'inserimento di un commento su un blog. Le informazioni utilizzate da questi cookie sono in forma anonima e non è possibile tracciare la navigazione degli utenti su altri siti. In sostanza, questi cookie ricordano le scelte individuali fatte dagli utenti per migliorare la loro esperienza di navigazione.
Questi cookie possono essere Cookie Persistenti o Cookie di Sessione, del Titolare o di Terze Parti.

Cookie utilizzati dal Titolare e finalità.

Cookie tecnici
Utilizziamo questa tipologia di cookie per gestire l'invio di richiesta di contatto dal modulo apposito.
Per questi cookies non è richiesto alcun consenso da parte dell'interessato
Modalità del trattamento
Il trattamento dei dati viene effettuato con strumenti automatizzati dal Titolare. Non viene effettuata alcuna diffusione o comunicazione.
Disabilitazione dei cookie
Fermo restando quanto sopra indicato in ordine ai cookie strettamente necessari alla navigazione, l’utente può eliminare gli altri cookie attraverso la funzionalità a tal fine messa a disposizione dal Titolare tramite la presente informativa oppure direttamente tramite il proprio browser.
Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. L’utente può ottenere istruzioni specifiche attraverso i link sottostanti.
Microsoft Windows Explorer
Google Chrome
Mozilla Firefox
Apple Safari
La disattivazione dei cookie di terze parti è inoltre possibile attraverso le modalità rese disponibili direttamente dalla società terza titolare per detto trattamento, come indicato ai link riportati nel paragrafo “cookie di terze parti”
Se il browser uilizzato non è tra quelli proposti, selezionare la funzione "Aiuto" sul proprio browser web per informazioni su come procedere.
Attenzione: alcune sezioni dei nostri siti sono accessibili solo abilitando i cookie; disattivandoli è possibile che l'utente non abbia più accesso ad alcuni contenuti e non possa apprezzare appieno le funzionalità dei nostri siti web.

Diritti dell’interessato
Art. 7 D. Lgs. 196/2003
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.





Cookies tecnici
Utilizziamo questa tipologia di cookie per gestire la fase di registrazione e accesso da parte degli utenti. Senza questi cookie l'utente non potrebbe accedere ai servizi e il sito web non potrebbe funzionare correttamente. Per questi cookies non è richiesto alcun consenso da parte dell’interessato
Questi cookie sono fondamentali per consentire all'utente di spostarsi nel sito e utilizzare i servizi richiesti, sono cookie del Titolare e possono essere Cookie Persistenti o Cookie di Sessione.




Categoria Nome Terze parti Descrizione
Performance __utma Google Analytics La libreria javascript Google Universal Analytics utilizza i cookie per distinguere in maniera anonima gli utenti unici e per gestire le frequenza delle richieste verso il server. Per l´opt-out clicca qui.
__utmb
__utmc
__utmt
__utmz

31/03/2015

SPECIALE NR 9/2015

SPECIALE NR 9/2015

· D. Lgs. 4 marzo n. 23G. U del 6 marzo 2015 n 54)- Operatività del contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti
· Assegni Elettronici : D. Ministero Economia e Finanze( G.U 54/2015) in vigore dal 6 marzo

· Spesometro: le nuove scadenze

· DIS COLL 2015: le novità per la disoccupazione dei collaboratori in vigore dal 1 gennaio 2015 e fino al 31.12.2015 . Mancano le indicazioni dell’INPS sulle modalità di presentazione delle domande e il modulo di iscrizione.

· Nuovo principio contabile OIC 16 sulla separazione terreno-fabbricato
· Equitalia: on-line i moduli per la richiesta dei nuovi piani di rateazione
· FISCO
ü Violazioni della normativa catastale, dal 1° giugno si paga con F24 (Provvedimento direttoriale delle Entrate n. 41186/2015)
ü Immobili espropriati :la base imponibile per il calcolo dell’imposta ipotecaria è costituita dal prezzo di aggiudicazione (Circolare 8/E/2015 del 4 marzo 2014)
ü Agevolazioni "prima casa" si applicano anche alle cessioni di aree destinate all’edilizia popolare (Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 17/E del 16 febbraio 2015)

ü Nuove commissioni censuarie: le prime indicazioni (Circolare Agenzia delle Entrate n. 3/E/2015 del 18 febbraio 2015)
ü Immobile espropriato e trasferito: le annotazioni per le cancellazioni di ipoteca (Circolare 8/e del 4 marzo 2015)

ü L’atto di trasferimento a titolo oneroso di un bene accessorio al terreno agricolo fruisce di registro e ipoteca in misura ridotta se sussiste un vincolo di servizio ( Risoluzione 26/e del 6 marzo 2015- Agenzia delle Entrate )

· Antiriciclaggio : il punto sugli adempimenti

D.Lgs. n. 23/2015(G. U del 6 marzo 2015)- Operatività del contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti
A partire dal 7 marzo scorso è entrato ufficialmente in vigore il nuovo contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti. In pari data, e con entrata in vigore a partire dal giorno successivo, è stato pubblicato anche il secondo decreto attuativo (D.Lgs. n. 22/2015) del Jobs Act (Legge delega n. 183/2014) che provvede alla riforma degli ammortizzatori sociali con l’introduzione della NASpI (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego), che sostituisce ASpI e mini-ASpI (di cui all’articolo 2 della Legge n. 92/2012, c.d. Legge Fornero), della DIS-COLL (Disoccupazione per i collaboratori), disciplinata dal Titolo II del Decreto, che istituisce, in via sperimentale per il 2015, per gli eventi verificatisi a partire dal 1º gennaio al 31 dicembre 2015, un’indennità di disoccupazione mensile a favore dei collaboratori, anche a progetto, iscritti alla Gestione separata INPS e l’ASDI (assegno di disoccupazione), per coloro che, dopo la scadenza della NASpI, sono ancora disoccupati e si trovano in condizioni economiche di bisogno.

Assegni Elettronici : D. Ministero Economia e Finanze( G.U 54/2015) in vigore dal 6 marzo

Dal 6 marzo 2015 è entrato in vigore il Decreto del Ministero dell'Economia e della Finanza che regola la presentazione al pagamento in forma elettronica degli assegni.

Con il Decreto Legge 70/2011 convertito in legge 106/2011, che andava a novellare la c.d. Legge Assegni (Regio Decreto n. 1736/1933) con il nuovo comma 3 dell'art. 31 stabilendo che "l'assegno bancario può essere presentato al pagamento……. in forma sia cartacea che elettronica" ed aggiungendo un comma all'art. 66 che quindi ora afferma "le copie informatiche di assegni cartacei sostituiscono ad ogni effetto di Legge gli originali da cui sono tratte se la loro conformità all'originale è assicurata dalla banca negoziatrice mediante l'utilizzo della propria firma digitale e nel rispetto delle disposizioni attuative e delle regole tecniche…"??Tale previsione normativa, per spiegare effetti operativi necessitava sia di un regolamento, (ovvero il Decreto del Ministero dell'Economia e della Finanza di cui sopra) sia un completamento tecnico della Banca d'Italia (di prossima emanazione) e che andrà a costituire l'ultimo e definitivo passaggio regolamentare per l'effettiva realizzazione della riforma.

Cosa cambierà dunque realmente?

Secondo il nuovo regolamento, dettato dal Decreto Ministeriale, si ha presentazione al pagamento in forma elettronica quando il trattario o l'emittente, ovverosia la banca presso cui è tenuto il conto di traenza dell'assegno bancario, ovvero la banca che ha emesso l'assegno circolare, riceve dal negoziatore -ossia di regola la banca cui l'assegno è girato per l'incasso- l'immagine dell'assegno. ??Tale parola sta ad indicare la copia per immagine dell'assegno su supporto informatico conforme all'originale cartaceo. In altre parole il trattario dell'assegno continuerà ad operare come ha fatto fino ad oggi, ossia girando per l'incasso l'assegno alla propria banca, la quale provvederà a sua volta al versamento dello stesso sul conto corrente del trattario/beneficiario/cliente. ??La banca del trattario non dovrà più inviare alla banca su cui l'assegno è stato ratto l'assegno stesso, basterà infatti l'invio della riproduzione elettronica con gli estremi; a quel punto la banca su cui l'assegno è stato tratto – ossia la banca che deve effettivamente pagare – avrà un giorno lavorativo di tempo per mettere a disposizione la somma necessaria. In caso di mancato pagamento di un assegno presentato in forma elettronica il protesto o la constatazione equivalente saranno richiesti esclusivamente in via telematica secondo regole che verranno prossimamente definite dalla Banca d'Italia. ??Interessante notare che la trasformazione in formato elettronico degli assegni cartacei potrà essere effettuata dal negoziatore – la banca del trattario – ovvero affidata, sotto la sua esclusiva responsabilità, anche a soggetti terzi per effettuare la trasformazione in forma elettronica degli assegni cartacei, generando l'immagine dell'assegno. Tutto ciò, per espressa previsione del Decreto Ministeriale, dovrà svolgersi in conformità con quanto previsto dal CAD (Codice dell'Amministrazione Digitale, D.Lgs.7 marzo 2005 n°82).??A questo punto occorre ricordare che il CAD, all'art. 20, prevede che "l'idoneità del documento informatico a soddisfare il requisito della forma scritta e il suo valore probatorio sono liberamente valutabili in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità ed immodificabilità, fermo restando quanto disposto dall'articolo 21".

Proprio al comma 1 del successivo art. 21, infatti, si precisa che "il documento informatico, cui si è apposta una firma elettronica, sul piano probatorio è liberamente valutabile in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettiva di qualità, sicurezza, integrità ed immodificabilità". ??Alla luce della normativa del CAD appare pertanto più che necessario che la Banca d'Italia delegata dal Decreto ad emanare le regole tecniche per l'attuazione del regolamento, operi con assoluta rigidità per predisporre un adeguato impianto di regole tecniche atte a non vanificare quanto di buono ad oggi previsto nel Decreto, con particolare riferimento alla certezza dei termini per un'immediata conoscenza del regolare pagamento dell'assegno o, in mancanza, dell'altrettanto immediato protesto per via telematica.

Spesometro: le nuove scadenze
L'obbligo dello Spesometro riguarda tutti i contribuenti soggetti passivi Iva, che anche per il 2014 devono procedere alla comunicazione telematica delle operazioni rilevanti Iva clienti e fornitori relative al 2014 :

- senza alcun limite d'importo se soggette a fattura (o con fattura emessa spontaneamente anche in assenza di obbligo perché collegata all'emissione di ricevuta fiscale o scontrino).

- se d'importo uguale o superiore ad Euro 3.600 comprensivo di Iva, se non soggette a fattura.

L’emissione della fattura, in sostituzione di altro idoneo documento fiscale, determina l’obbligo di comunicazione dell’operazione. Ad esempio.: sono soggetti all

Pisa

CRONO SAS ESTIVI STEFANO & C.

Lungarno Mediceo, 41 - 56127, Pisa (PI)

 

Tel 050/9913120

Fax 050/9913114

 

pisa@gabetti.it